salta ai contenuti

Piano strategico metropolitano

Processo

Il processo del Piano Strategico Metropolitano
Il processo del Piano Strategico Metropolitano

Il PSM è nato formalmente il 24 ottobre 2011 con la presentazione del Manifesto e la successiva nomina dei due organi costituenti il 'Comitato Promotore Bologna 2021’, il Comitato Scientifico e il Collegio Tecnico

 

Il Manifesto è il documento che contiene le modalità di lavoro e di decisione per questo nuovo approccio al governo del territorio di un’area metropolitana costruito essenzialmente di relazioni fra attori diversi.

 

A tal fine, sono stati istituiti tre differenti ‘luoghi di partecipazione’, che, insieme alle assemblee del Comitato Promotore – hanno scandito i lavori:

 

 

I tavoli di progettazione suddivisi in quattro ambiti di azione (innovazione e sviluppo; ambiente, assetti urbani e mobilità; conoscenza, educazione e cultura; benessere e coesione sociale), ciascuno dei quali coordinato da un membro del Comitato Scientifico

 

 

I gruppi di lavoro, luoghi della partecipazione attiva;

 

Il Forum, la grande assemblea metropolitana per la discussione e l’impostazione del piano, aperta a tutta la cittadinanza. Riunitosi per tre volte nel corso dell’anno 2012/2013, il Forum ha sancito e siglato ogni fase di lavoro del PSM.

 

 

Il Primo Forum (29 marzo 2012) ha segnato la fase iniziale del processo e indicato i percorsi che il PSM avrebbe dovuto intraprendere per il suo sviluppo.

 

È stato avviato uno studio diagnostico, affidato a esperti, che ha prodotto 13 report sulle diverse tematiche dei tavoli di progettazione, nei quali sono stati individuati i punti di forza e le criticità dell’area metropolitana.

 

Contemporaneamente, tutte le realtà cittadine interessate (enti pubblici, enti privati, associazioni sindacali e di categoria) hanno potuto iscriversi ai tavoli di progettazione, i cui incontri – in totale 12 – si sono svolti tra aprile e novembre del 2012. Nei primi incontri, per definire e guidare il dibattito, sono stati presentati e discussi i report tematici e la Visione strategica, che insieme agli Orientamenti strategici delineati per ogni ambito di azione, costituiscono i documenti di indirizzo del PSM.

 

Successivamente, è stata avviata una fase più ideativa, invitando i partecipanti a presentare le loro idee progettuali coerenti con gli indirizzi della Visione strategica e degli Orientamenti.

 

Tra luglio e settembre 2012, le 551 idee progettuali raccolte sono state accorpate e sintetizzate dal Comitato Scientifico e dal Collegio Tecnico, coadiuvati dalla Segreteria Tecnica: questo complesso lavoro di istruttoria ha portato all’individuazione di 15 programmi strategici, divisi ciascuno in linee d’azione.

 

Dopo essere stati discussi con il Comitato Promotore e condivisi con gli iscritti di ciascun tavolo di progettazione, i programmi strategici sono stati presentati durante il Secondo Forum, dal titolo Futuro in corso (9 febbraio 2012) che ha costituito la tappa intermedia dei lavori del PSM, segnando la chiusura dei tavoli di progettazione e l’avvio di una fase più operativa con la costituzione dei gruppi di lavoro.

 

Tra marzo e maggio 2013 i gruppi di lavoro si sono riuniti e hanno definito 66 progetti articolati e coerenti nei contenuti e negli obiettivi con la Visione Strategica. La sottoscrizione ufficiale di tutti i 66 progetti è stata sancita con il Terzo Forum (9 luglio 2013), che ha chiuso ufficialmente la terza fase di elaborazione progettuale.

 

 
 
Logo PSM
 


Segreteria Tecnica del Piano Strategico Metropolitano - Comitato Promotore Bologna 2021
segreteriatecnica@psm.bologna.it - tel. 051/659 8835 - 051/659 9222 - 051/659 9223

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio