salta ai contenuti

Piano strategico metropolitano

Verso il Piano Strategico 2.0

I lavori del ‘Comitato Promotore Bologna 2021’ e il processo di pianificazione attivato nel 2012 si sono intrecciati con la stagione delle riforme degli enti locali, riavviata nell’estate 2013, che ha portato all’approvazione della legge 56/2014 Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni, nella quale sono state poste le basi per un rilancio del valore della pianificazione strategica a livello nazionale in termini rinnovati: la Città Metropolitana ha come sua primaria funzione la redazione di un piano strategico di valenza triennale con aggiornamenti annuali. Da strumento volontario di governance istituzionale multilivello, il piano strategico si trasforma in atto di indirizzo “per l’esercizio delle funzioni dei comuni e delle unioni dei comuni” (art. 1, comma 44 a) che la Città metropolitana dovrà obbligatoriamente adottare per assicurare “la cura dello sviluppo strategico del territorio metropolitano” (art. 1, comma 2).

La legge statale indica inoltre la valenza triennale con aggiornamenti annuali del piano strategico, lasciando ai singoli statuti delle Città Metropolitane la definizione di cosa questo atto debba contenere e quali tappe seguire per l’approvazione.

Come previsto dallo Statuto il piano strategico della Città Metropolitana di Bologna dovrà definire “gli obiettivi generali, settoriali e trasversali di sviluppo nel medio e lungo termine per l'area metropolitana, individuando le priorità di intervento, le risorse necessarie al loro perseguimento e il metodo di attuazione” (art. 12) senza dimenticare quanto già portato avanti dal Comitato Promotore, ma anzi “avvalendosi dei progetti individuati nel patto concordato il 9 luglio 2013 e nel relativo Piano strategico adottato in via volontaria e consensuale, aggiornando e integrando i contenuti e stabilendo le relative priorità” (art. 43).

Il piano strategico 2016 della Città Metropolitana di Bologna riparte proprio dall’ascolto dei territori per individuare le future strategie metropolitane che serviranno a costruire un atto federante per lo sviluppo della Città Metropolitana, una visione condivisa propedeutica alla scrittura del piano strategico metropolitano che sarà formalmente approvato, sulla base di un parere del Conferenza metropolitana, dal Consiglio metropolitano.

 
 
Logo PSM
 


Segreteria Tecnica del Piano Strategico Metropolitano - Comitato Promotore Bologna 2021
segreteriatecnica@psm.bologna.it - tel. 051/659 8835 - 051/659 9222 - 051/659 9223

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio