salta ai contenuti

Piano strategico metropolitano

Unione Alto Reno

Escursione sui balzi

Istituita nel 2009 comprende i quattro comuni di Camugnano, Lizzano in Belvedere e Alto Reno Terme (nato il 1 gennaio 2016 dalla fusione di Grananglione e Porretta Terme).
Tra le finalità che guidano l’azione di governo dell’Unione vi è la salvaguardia del patrimonio ambientale e paesaggistico e delle identità storiche culturali e sociali del territorio montano e la salvaguardia, la valorizzazione e lo sviluppo economico delle zone montane, nel rispetto dei principi di sostenibilità.

L’Unione gestisce in forma associata con tutti i Comuni lo Sportello unico attività produttive (SUAP telematico), la promozione territoriale (Servizio turismo) e la Polizia Municipale. Gli organi di governo sono il Presidente (che attualmente è il sindaco di Granaglione Giuseppe Nanni), la Giunta (costituita dai sindaci dei Comuni aderenti) e il Consiglio (composto da una rappresentanza dei consigli comunali e dai Sindaci stessi).

 
Regata velica
 
 
Sciatore

Le eccellenze del territorio


Collocata nella parte più elevata del territorio metropolitano, a confine con la Toscana, l’Unione dell’Alto Reno racchiude una pluralità di ricchezze storiche, culturali, ambientali e paesaggistiche che ne fanno un luogo davvero unico. Fra queste i numerosi mulini (Randaragna, di Panigale di sopra, di Taccaia, del Capo, di Sanbuccione), le chiese parrocchiali databili fra il XI e il XVII secolo presenti in tutti i principali borghi, i santuari di Madonna del Faggio e di Madonna dell’Acero, i tanti oratori e le edicolette votive, che permettono di effettuare un interessante percorso devozionale.
A Lizzano si trova l’edificio più antico della provincia di Bologna, il delùbro (VI secolo); a Camugnano il complesso di Palazzo Comelli rappresenta uno dei più importanti episodi architettonici e culturali della valle del Reno. Diffusi sul territorio, numerosi musei raccontano il patrimonio di questi luoghi: il Centro Visita Parco Corno alle Scale di Pianaccio e quello di Pian d’Ivo; il Museo Etnografico “Giovanni Carpani” di Lizzano e quello di Castelluccio; il Museo dei LabOrantes di Castelluccio; la Biblioteca, Archivio Storico e Museo dell’Alto Reno e il Museo delle Moto e dei Ciclomotori DEMM a Porretta Terme; il Museo del Bosco a Baigno.

 
Trattamento termale

L’Unione ospita e tutela due importanti parchi regionali, il cui alto valore ambientale e naturalistico è completato dalla presenza di borghi storici e tracce dell’uomo, in un rapporto armonioso con la natura: il Parco Regionale Corno alle Scale e quello dei laghi di Suviana e del Brasimone. Tra le eccellenze turistiche, le Terme di Porretta: grazie alla ricchezza delle acque, che risiede nella varietà delle caratteristiche delle diverse fonti, ma anche in virtù di un comitato scientifico d’eccellenza, a cui collaborano illustri specialisti della medicina italiana, sono classificate “1° livello Super” dalla regione Emilia-Romagna.
Non ultimo, l’Unione vanta uno dei complessi sciistici più attrezzati dell’Appennino settentrionale: il Corno alle Scale garantisce un sicuro divertimento sia ai principianti sia ai più esperti, con 36 km di piste di varia difficoltà, possibilità di sciare una media di 150 giorni all’anno e una dotazione di tutti i servizi necessari per gli sciatori.

 
 
Scarica la scheda informativa aggiornata con i numeri dell'Unione Alto Reno

 
Logo PSM
 


Segreteria Tecnica del Piano Strategico Metropolitano - Comitato Promotore Bologna 2021
segreteriatecnica@psm.bologna.it - tel. 051/659 8835 - 051/659 9222 - 051/659 9223

 
 
torna ai contenuti torna all'inizio